Array
(
    [0] => 
	

    [1] => 
	

    [2] => 
	

    [3] => 
	

    [4] => 
	

    [5] => 
	

    [6] => 
	

    [7] => 
	

    [8] => 
	

    [9] => 
	

    [10] => 
	

    [11] => 
	

    [12] => 
	

    [13] => 
	

    [14] => 
	

    [15] => 
	

    [16] => 
	

    [17] => 
	

    [18] => 
	

    [19] => 
	

    [20] => 
	

    [21] => 
	

    [22] => 
	

    [23] => 
	

    [24] => 
	

    [25] => 
	

    [26] => 
	

    [27] => 
	

    [28] => 
	

    [29] => 
	

    [30] => 
	

    [31] => 
	

    [32] => 
	

    [33] => 
	

)

Pesaro, il progetto Mare Sicuro della Guardia Costiera

La Capitaneria di porto illustra le misure di sicurezza per gli stabilimenti balneari di Pesaro e Gabicce Mare

articolo pubblicato il 02/05/2014

mondo balneare

Nelle giornate del 28 e 29 aprile, presso gli uffici della Capitaneria di Porto di Pesaro, si sono svolti due importanti incontri presieduti dal comandante del porto di Pesaro e capitano di fregata Massimo Di Martino.

Al primo incontro hanno preso parte i rappresentanti degli operatori del settore balneare dei territori comunali di Pesaro e Gabicce Mare, mentre al secondo sono stati presenti i responsabili delle associazioni di Protezione civile e di volontariato che collaboreranno, nel corso della prossima stagione estiva, sotto la costante supervisione della Guardia Costiera, al fine di garantire che tutte le attività in mare si svolgano con la massima sicurezza.

Il primo incontro, promosso e organizzato sotto il coordinamento della Direzione Marittima di Ancona, è stato mirato, sulla base del positivo riscontro registratosi nella decorsa stagione balneare, a condividere azioni e sinergie con i gestori degli stabilimenti balneari, per la prossima stagione estiva ormai alle porte. In particolare, si è voluto sensibilizzare gli operatori del settore al fine di garantire la presenza e la funzionalità di tutte le dotazioni e gli apprestamenti di sicurezza e di primo soccorso contestualmente all’avvio dell’attività, coadiuvati da una lista di autocontrollo, fornita all’uopo dalla Guardia Costiera, quale ausilio per una verifica interna da effettuarsi direttamente a cura del concessionario al fine di testare l’efficienza della struttura prima dell’apertura all’utenza. Inoltre, si è reso noto che sin dal mese di giugno verrà condotta dal personale della locale Autorità Marittima una capillare attività operativa di prevenzione e controllo, per accertare che tutte le strutture balneari siano in linea con le previsioni dell’Ordinanza di Sicurezza Balneare che, si ricorda, è possibile consultare con il testo coordinato (Ordinanza n° 11 in data 03.05.2012) sul sito web istituzionale www.pesaro.guardiacostiera.it alla voce “Ordinanze”.

Al secondo incontro, invece, hanno preso parte i responsabili delle locali associazioni di Protezione civile e di volontariato autorizzate dalla Regione Marche che operano nell’ambito del Compartimento Marittimo di Pesaro, al fine di stabilire preliminarmente, sotto il coordinamento della Guardia Costiera, gli indirizzi operativi e le modalità di intervento per creare un “sistema integrato” per le emergenze in mare celere, efficiente ed efficace, a vantaggio dell’utenza balneare e, contestualmente, razionalizzare l’impiego delle risorse umane e strumentali messe in campo nelle delicate attività di vigilanza costiera e soccorso in mare; funzioni che, si ricorda, per espresse attribuzioni di legge sono diretti compiti e responsabilità delle Autorità Marittime.

Principale obiettivo di tali incontri, entrambi fortemente voluti e organizzati dalla Guardia Costiera, è di innalzare la soglia di “guardia” sulle possibili gravi conseguente che le piccole disattenzioni potrebbero potenzialmente provocare a danno di chi usufruisce del pubblico demanio marittimo, soprattutto in un periodo in cui le presenze lungo le coste aumentano vertiginosamente.

Si ricorda, inoltre, il Numero Blu 1530, appositamente predisposto per segnalare le emergenze in mare ed attivare prontamente la catena del soccorso marittimo. Si tratta di un servizio completamente gratuito, attivo 24 ore su 24 in tutta Italia, che permette di mettere istantaneamente in contatto con la Guardia Costiera chiunque si trovi in difficoltà nell’ambiente mare.

fonte: Guardia Costiera di Pesaro

Inserito da: Guardia Costiera
Articolo pubblicato il:02/05/2014
© RIPRODUZIONE RISERVATA