Array
(
    [0] => 
	

    [1] => 
	

    [2] => 
	

    [3] => 
	

    [4] => 
	

    [5] => 
	

    [6] => 
	

    [7] => 
	

    [8] => 
	

    [9] => 
	

    [10] => 
	

    [11] => 
	

    [12] => 
	

    [13] => 
	

    [14] => 
	

    [15] => 
	

    [16] => 
	

    [17] => 
	

    [18] => 
	

    [19] => 
	

    [20] => 
	

    [21] => 
	

    [22] => 
	

    [23] => 
	

    [24] => 
	

    [25] => 
	

    [26] => 
	

    [27] => 
	

    [28] => 
	

    [29] => 
	

    [30] => 
	

    [31] => 
	

    [32] => 
	

    [33] => 
	

    [34] => 
	

    [35] => 
	

    [36] => 
	

    [37] => 
	

    [38] => 
	

    [39] => 
	

    [40] => 
	

)
Array
(
    [0] => 
	

    [1] => 
	

    [2] => 
	

    [3] => 
	

    [4] => 
	

    [5] => 
	

    [6] => 
	

    [7] => 
	

    [8] => 
	

    [9] => 
	

    [10] => 
	

    [11] => 
	

    [12] => 
	

    [13] => 
	

    [14] => 
	

    [15] => 
	

    [16] => 
	

    [17] => 
	

    [18] => 
	

    [19] => 
	

)

News Emilia Romagna

Italia state state state state state state state state state state state state state state state

Aperta la gara per ottenere l'ex Bagno dell'Esercito a Marina di Ravenna

La struttura, abbandonata da 15 anni, potrà essere assegnata con concessione fino al 2040.

Autore: Mondo Balneare

articolo pubblicato il 19/08/2019

mondo balneare

Il Comune di Ravenna ha aperto il bando per l'assegnazione di una concessione demaniale marittima con relativo stabilimento balneare a Marina di Ravenna. L'edificio, noto come "Bagno dell'Esercito", fino a quindici anni fa era in dotazione all'Esercito italiano, poi è stato abbandonato ed è rimasto fino a oggi in condizioni di degrado (nella foto, le condizioni attuali della struttura). Il Ministero della difesa infatti ha riconsegnato la concessione solo a luglio 2018, nonostante non fosse più utilizzata dal 2004.

Si tratta del secondo bando per assegnare il "Bagno dell'Esercito". Il primo, aperto lo scorso febbraio (vedi notizia), era riservato solo agli operatori balneari già operanti nel Comune di Ravenna, ma è andato deserto e così l'amministrazione ha deciso di aprire una seconda procedura di evidenza pubblica, permettendo di partecipare agli imprenditori di tutta Italia.

È possibile fare domanda per ottenere la concessione fino all'11 settembre 2019 alle ore 12.30. Il vincitore potrà esercitare l'attività già a partire dalla stagione 2020, per un minimo di 6 anni e un massimo di 20 anni a seconda dell'entità e della rilevanza economica dell'offerta.

Il nuovo assegnatario dovrà provvedere alla demolizione dello stabilimento e poi alla ricostruzione di un nuovo manufatto, che dovrà risultare coerente con il progetto di riqualificazione dell’accessibilità e delle aree retrostanti gli stabilimenti balneari denominato "Parco marittimo".

Per poter partecipare alla gara, il legale rappresentante dell’operatore economico interessato o un dipendente da questi delegato deve prendere visione dello stato dei luoghi e dell’area oggetto di concessione mediante sopralluogo concordato con l’Ufficio demanio marittimo del Comune di Ravenna (tel. 0544 482 880). Per partecipare alla procedura i concorrenti dovranno far pervenire la domanda esclusivamente all'Ufficio archivio e protocollo del Comune di Ravenna (Piazza del Popolo 1 – 48121 Ravenna), entro e non oltre l’11 settembre alle ore 12.30 e, a pena di esclusione, in uno dei seguenti modi: consegna diretta a mano o tramite terzi al suddetto ufficio dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 12.30 e il giovedì dalle 15 alle 17; consegna tramite servizio postale.

Per leggere tutti i dettagli del bando sul sito del Comune di Ravenna, clicca qui.

Inserito da: Mondo Balneare
Articolo pubblicato il:19/08/2019
© RIPRODUZIONE RISERVATA

 
 
 
Rivista Online di MondoBalneare.com

Rivista Online di MondoBalneare.com