Array
(
    [0] => 
	

    [1] => 
	

    [2] => 
	

    [3] => 
	

    [4] => 
	

    [5] => 
	

    [6] => 
	

    [7] => 
	

    [8] => 
	

    [9] => 
	

    [10] => 
	

    [11] => 
	

    [12] => 
	

    [13] => 
	

    [14] => 
	

    [15] => 
	

    [16] => 
	

    [17] => 
	

    [18] => 
	

    [19] => 
	

    [20] => 
	

    [21] => 
	

    [22] => 
	

    [23] => 
	

    [24] => 
	

    [25] => 
	

    [26] => 
	

    [27] => 
	

    [28] => 
	

    [29] => 
	

    [30] => 
	

    [31] => 
	

    [32] => 
	

    [33] => 
	

    [34] => 
	

    [35] => 
	

    [36] => 
	

    [37] => 
	

    [38] => 
	

    [39] => 
	

    [40] => 
	

)
Array
(
    [0] => 
	

    [1] => 
	

    [2] => 
	

    [3] => 
	

    [4] => 
	

    [5] => 
	

    [6] => 
	

    [7] => 
	

    [8] => 
	

    [9] => 
	

    [10] => 
	

    [11] => 
	

    [12] => 
	

    [13] => 
	

    [14] => 
	

    [15] => 
	

    [16] => 
	

    [17] => 
	

    [18] => 
	

    [19] => 
	

)

News Marche

Italia state state state state state state state state state state state state state state state

Rivoluzione sulle spiagge col nuovo Piano costiero delle Marche

La proposta della Regione apre ai gazebo al posto degli ombrelloni e ai bar anche in spiaggia libera.

Autore: Mondo Balneare

articolo pubblicato il 29/10/2018

mondo balneare

Grandi cambiamenti di scenario sulla spiaggia marchigiana: la Regione ha presentato il nuovo "Piano di gestione integrata delle aree costiere", che prevede tra l'altro la possibilità di installare gazebo al posto dei classici ombrelloni, offrire servizi benessere negli stabilimenti balneari e installare coperture provvisorie per iniziative di intrattenimento. Ma, soprattutto, le spiagge libere potranno diventare dei punti di ristoro grazie all'installazione di strutture bar, che finora era vietata e che invece la Regione Marche vuole consentire dal 2019 - a patto che si tratti di strutture non fisse e smontabili.

Il nuovo Piano spiaggia è attualmente al vaglio delle associazioni di categoria, che hanno a disposizione novanta giorni per presentare le loro osservazioni. Poi il testo dovrà passare al vaglio del consiglio regionale per diventare legge.

Soddisfatta la Confesercenti regionale, che ha già organizzato venerdì scorso un incontro per dibattere sulle aperture del nuovo Piano spiaggia: «La Regione si è mostrata disponibile – commenta la direttrice provinciale di Confesercenti Ascoli Piceno, Elena Capriotti – speriamo solo che non arrivino successive limitazioni dai piani di spiaggia che verranno redatti dai singoli comuni».

Inserito da: Mondo Balneare
Articolo pubblicato il:29/10/2018
© RIPRODUZIONE RISERVATA

 
 
 
Rivista Online di MondoBalneare.com

Rivista Online di MondoBalneare.com