Array
(
    [0] => 
	

    [1] => 
	

    [2] => 
	

    [3] => 
	

    [4] => 
	

    [5] => 
	

    [6] => 
	

    [7] => 
	

    [8] => 
	

    [9] => 
	

    [10] => 
	

    [11] => 
	

    [12] => 
	

    [13] => 
	

    [14] => 
	

    [15] => 
	

    [16] => 
	

    [17] => 
	

    [18] => 
	

    [19] => 
	

    [20] => 
	

    [21] => 
	

    [22] => 
	

    [23] => 
	

    [24] => 
	

    [25] => 
	

    [26] => 
	

    [27] => 
	

    [28] => 
	

    [29] => 
	

    [30] => 
	

    [31] => 
	

    [32] => 
	

    [33] => 
	

    [34] => 
	

    [35] => 
	

    [36] => 
	

    [37] => 
	

    [38] => 
	

    [39] => 
	

)
Array
(
    [0] => 
	

    [1] => 
	

    [2] => 
	

    [3] => 
	

    [4] => 
	

    [5] => 
	

    [6] => 
	

    [7] => 
	

    [8] => 
	

    [9] => 
	

    [10] => 
	

    [11] => 
	

    [12] => 
	

    [13] => 
	

    [14] => 
	

    [15] => 
	

    [16] => 
	

    [17] => 
	

    [18] => 
	

)

News Campania

Italia state state state state state state state state state state state state state state state

''Di Assobalneari ce n'è una sola'': sentenza del tribunale civile

Riceviamo e pubblichiamo una nota di Assobalneari Campania in merito al contenzioso sull'utilizzo del nome ''Assobalneari''.

Autore: Federbalneari

articolo pubblicato il 28/04/2018

mondo balneare

«La lite sulla proprietà del marchio “Assobalneari Campania” viene finalmente conclusa con la sentenza della Terza Sezione Civile specializzata in materia di impresa». Lo afferma una nota dell'associazione Assobalneari Campania.

«I giudici Roberto Rustichelli (presidente), Adriano Del Bene e Francesco Abete - prosegue Assobalneari Campania - hanno stabilito che l’associazione sindacale presieduta dall’architetto Antonio Cècoro, che raccoglie gli operatori del settore turistico balneare dell’intera regione, è l’unica detentrice della denominazione».

«È stato infatti accolto il ricorso dell’avvocato Luigi Roma, consulente legale Assobalneari, nei confronti dell’ex vicepresidente Emiliano Esposito e degli ex collaboratori Clemente Cammarota e Umberto Pini, i quali, fuoriusciti nel marzo 2015 dal sodalizio, avevano costituito una loro associazione e hanno continuato a fare uso del marchio nonostante due condanne, una del Tribunale Civile e l’altra della Corte di Appello con ordinanza collegiale», conclude la nota.

comunicato stampa Assobalneari Campania

Inserito da: Federbalneari
Articolo pubblicato il:28/04/2018
© RIPRODUZIONE RISERVATA

 
 
 
Rivista Online di MondoBalneare.com

Rivista Online di MondoBalneare.com