Array
(
    [0] => 
	

    [1] => 
	

    [2] => 
	

    [3] => 
	

    [4] => 
	

    [5] => 
	

    [6] => 
	

    [7] => 
	

    [8] => 
	

    [9] => 
	

    [10] => 
	

    [11] => 
	

    [12] => 
	

    [13] => 
	

    [14] => 
	

    [15] => 
	

    [16] => 
	

    [17] => 
	

    [18] => 
	

    [19] => 
	

    [20] => 
	

    [21] => 
	

    [22] => 
	

    [23] => 
	

    [24] => 
	

    [25] => 
	

    [26] => 
	

    [27] => 
	

    [28] => 
	

    [29] => 
	

    [30] => 
	

    [31] => 
	

    [32] => 
	

    [33] => 
	

)

News Liguria

Italia state state state state state state state state state state state state state state state

Erosione, Liguria senza spiaggia: stagione balneare compromessa

Ad Alassio le mareggiate hanno portato via diversi metri di spiaggia. Schivo: ''Non potremo aprire in tempo per la Pasqua''.

Autore: Mondo Balneare

articolo pubblicato il 13/03/2018

mondo balneare

Pasqua è alle porte, ma gli stabilimenti balneari della Liguria stanno facendo i conti con la grave erosione costiera che compromette l'apertura della stagione. Come in Lazio (vedi notizia) e in altre regioni balneari d'Italia, anche ad Alassio infatti la spiaggia è praticamente scomparsa a causa delle mareggiate, che hanno portato via centinaia di metri cubi di sabbia fino ad arrivare alle strutture degli stabilimenti balneari, che ora non hanno più lo spazio per piantare gli ombrelloni e dunque non sono in grado di aprire in tempo per la settimana santa.

Così Ernesto Schivo, presidente dell'Associazione Bagni Marini di Alassio, descrive la situazione su Savonanews: «Le spiagge più colpite sono state quelle centrali. Non abbiamo spiaggia e, a causa delle condizioni meteo e del mare, dubito proprio che si possa aprire a Pasqua. Il fatto è che è proprio in questo periodo che raccogliamo le prenotazioni per la stagione estiva, ma se la situazione è questa, il danno per noi rischia di ripercuotersi anche a medio e lungo termine».

Proprio nei giorni scorsi ad Alassio è stato presentato il progetto Tecnoreef, una barriera soffolta che, se installata in mare, potrebbe risolvere o almeno attenuare la grave erosione costiera. Eppure «il progetto, che è pronto ma deve ancora essere finanziato, rischia di slittare - spiega Schivo - a causa della Bolkestein e delle difficoltà ad accedere ai fondi».

Inserito da: Mondo Balneare
Articolo pubblicato il:13/03/2018
© RIPRODUZIONE RISERVATA

 
 
 
Rivista Online di MondoBalneare.com

Rivista Online di MondoBalneare.com